Senza musica

E’ muta d’amore la notte umida che ci silenzia, distanze di sguardi socchiudono i pensieri mentre un riflesso di ieri sillaba ancora il tuo nome.

Eravamo pelle e mare nel bacio rubato.

 

Annunci

Pensieri

Il ricordo di te si apriva all’improvviso come un ritaglio inatteso di mare tra le monotone vie e scaldava l’aria, sentivo il calore dei tuoi passi soffiare sui miei occhi chiusi.
Ti vedevo ancora, imponente nel tuo silenzio svestire la notte e abbandonarti alla tua musica che accoglieva il mondo. Eri sacro e indisponente nel mistero di quei suoni, mi sorridevi compiaciuto ma non potevo seguirti, avrei solo sentito le ombre di un abbandono.

Ricordi

La tua mano apriva il vento di miele e silenzio, trascinavamo il passo verso la salita ed io sillabavo i tuoi capelli di menta.

A volte li legavi con distrazione ed un ricciolo sfuggiva allo specchio arrugginito, sorrideva malizioso al mio sguardo pacato..

Erano gesta eroiche a socchiudere quell’attesa, prima di scorgere il mare, chiuso in pensieri ruvidi.
Non era mai tardi per seguire la tua danza leggera.

Emersione

Ti ritrovo nel residuo del mare

in un timido incedere di baci

e

nell’urgenza d’amore

mi sussurri un passo d’onda…

 

Ti affacci nei lividi del silenzio

a perdonare

l’altrove che ci nuota dentro…